Sulle opinioni impopolari

abandoned antique architecture building

Allora scrivo questo articolo per spendere due parole su un tema che mi sta molto a cuore e che al contempo potrebbe fungere da utile paraculata per possibili futuri articoli.

Il coraggio

Siamo, ritengo, in un epoca da molti punti di vista abbastanza ignava, la gente cerca di evitare il dialogo e il dibattito, se ci sentiamo attaccati, ci chiudiamo a riccio nelle nostre convinzioni piuttosto che rischiare di discuterle e rischiare magari di scoprire che siamo noi ad essere in errore.

Siamo anche in un epoca in cui la popolarità è tutto, è un valore che è stato portato alla massima potenza dai social network, social network che, in genere, con la scusa del “non offendere” censurano tutto ciò che potrebbe essere anche solo minimamente controverso perché: “esprimiti… ma è meglio se lo fai postando meme vecchie di dieci anni e foto di gattini, non sia mai che una persona che si trova su internet voglia qualcosa che la faccia riflettere”.

E quest’atteggiamento io lo ritengo sia assurdo, assurdo soprattutto perché quasi tutti i valori che nella società moderna consideriamo giusti nacquero come opinioni impopolari. “Ehi, forse i neri sono esseri umani ci hai pensato?” Un tempo questa era un’opinione impopolare, almeno negli USA. “Ehi forse le donne dovrebbero votare”, altra opinione impopolare. “Ehi ma se gli omosessuali non fossero la personificazione del demonio?” Di nuovo, neanche troppo tempo fa, questa sarebbe stata un’opinione molto impopolare.

Questo perché se la società cambia, se la società si evolve, non è grazie a chi si mangia passivamente ogni cosa che gli viene servita, chi vive come un’ombra senza mai esporsi, senza mai rischiare di essere impopolare. In questo avere un’opinione, un’opinione che come tutte le opinioni a qualcuno non piacerà, diventa a volte un atto di coraggio necessario a cambiare il mondo e la realtà che ci circonda.

L’umiltà

Questo non significa, allo stesso tempo, che chiunque possa sparare qualsiasi cosa e che tutti debbano accettarla perché questo qualcuno ha iniziato la frase con “opinione impopolare”. Dire “Opinione impopolare: la Terra è piatta” non la rende piatta in automatico e non rende te degno di nota e considerazione in automatico, questo perché un opinione diventa sensata e interessante da discutere nel momento in cui essa è accompagnata da argomentazioni valide ed è proposta con umiltà.

Se io, ad esempio, propongo un’opinione impopolare, e so che questo genererà discussione, sarò più che pronto ad accettare le eventuali critiche e a rispondere nel merito delle stesse. Se io infatti mi chiudessi a riccio, accusassi tutti di essere buonisti, razzisti, sessisti o qualunque altro -isti che mi passi per la mente in quel momento, innanzitutto sono punto e a capo, ho sostituito un dibattito sterile e da “stadio” con un altro dibattito sterile e, in secondo luogo, ci faccio probabilmente la figura dell’idiota e questo di certo non aiuta a sostenere la mia posizione, anche se essa fossa giusta.

Bisogna avere quindi, e questo vale sia per chi propone un opinione che per chi l’avversa e la discute, quell’umiltà di riconoscere che forse si è in errore, che forse stiamo sbagliando.

La pacificazione

Una considerazione: la verità non sta nel mezzo.

Può stare nel mezzo? Sì certo che può. È per forza nel mezzo? No, non lo è. Se io dico che la torre Eiffel è alta 300 metri e tu dici che alta 700, questo non la rende alta 500 metri perché 500 è la via di mezzo, è alta 300 (circa) metri, punto.

Questa ricerca costante della via di mezzo per pacificare le discussioni e ritirarsi da esse, restando fuori anche solo dal minimo rischio di essere impopolari e tentando di non scontentare nessuno non è una cosa “giusta”, è solo una cosa pavida e, di nuovo, ignava.

Questo anche perché, fidatevi, nel momento in cui una persona un po’ sgamata nel dibattere si accorge che voi tendete sempre alla via di mezzo, lui la sparerà ancora più grossa perché non c’è davvero limite a quanto le persone possano sparare grosso.

Di nuovo però, tornando al discorso sull’umiltà, bisogna considerare e chiedersi il perché anche dell’opinione dell’altro e ricordarsi che negare a priori dandogli dell’idiota in stile “blasting” sui social media (vedasi Mentana o Burioni) molto probabilmente ci renderà i più fighi della nostra piccola cerchia, ma non porterà il nostro interlocutore a convincersi del nostro punto di vista. Se dai dello scemo a qualcuno, magari tu hai anche ragione, ma poi non aspettarti che quel qualcuno diventi tuo fan. Aspettati invece che si offenda e si estremizzi ancora di più nella sua posizione, chiudendosi ancora una volta nel suo guscio e magari usando la tua maleducazione come pretesto per screditarti.

In sintesi

Siate coraggiosi, se pensate una cosa, non evitate di dirla solo perché temete che possa essere impopolare perché lo sviluppo del pensiero e della società passa anche e soprattutto da questo.

Allo stesso tempo, abbiate l’umiltà di riconoscere che forse state dicendo una stupidaggine, che forse la tesi che osteggiate è invece giusta, portate dati, prove e argomentazioni a sostegno di quello che dite e siate pronti a fornirle se ve le chiedono.

Se il dibattito è sterile, se notate che le persone rispondono per partito preso senza discutere nel merito, allontanatevi pure da esso perché discutere con chi è sordo è una perdita di tempo e basta. Se proprio decidete di allontanarvi però, evitate di insultare solo per dare una pompata al vostro ego che questa cosa non vi aiuterà di certo a convincere nessuno.

In ultimo, ogni dibattito, se educato e sensato, è, almeno per quanto mi riguarda, bene accetto… nonché divertente che è il vero motivo per cui lo faccio.

5 pensieri riguardo “Sulle opinioni impopolari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...