Alcuni consigli pratici per formattare un romanzo in Word

Allora, articolo informativo che scrivo nella speranza di evitare a qualcuno il casino che ho fatto io cercando per la prima volta di editare il mio primo romanzo. Il processo di editing, soprattutto con Word, è qualcosa di relativamente semplice e alla portata di tutti, ma chi non vi sia mai approcciato infatti potrebbe ritrovarsi un po’ perso, quindi ecco qui.

  • Ricorda che l’editing dipende dalla lunghezza del libro. Se il libro è di 60.000 parole infatti, non avrebbe molto senso usare una gabbia grande 15×22 cm perché il risultato sarebbe un libro estremamente sottile di centocinquanta pagine ma alto e largo, non proprio il massimo a vedersi, ugualmente non sarebbe piacevole vedere un libro con una gabbia piccolina però di settecento pagine.
  • La gabbia; in word la puoi indicare nella sezione layout aprendo la sezione “margini personalizzati” e “imposta pagina”, oppure andando direttamente su file e “imposta pagina”.
  • I margini esterni (ovvero quello alta, basso, destro e sinistro) ricorda di lasciare 7-8 mm al meno dal bordo delle pagine, in particolare, se vuoi inserire un’intestazione (ad esempio il titolo del capitolo sopra la pagine) e/o un piè di pagina (ad esempio vuoi inserire i numeri di pagina), ti conviene lasciare un po’ di più se no i programmi automatici di piattaforme di publishing come quello di Amazon potrebbero tagliarlo.
  • Il margine interno (ovvero quello che si trova all’incollatura di ogni pagina, si trova a destra per le pagine sinistra e a sinistra per quelle destre) invece è un po’ più complicato. Innanzitutto ricorda d’impostare le pagine in modo simmetrico o in formato libro se la tua versione di word lo possiede, per il resto la dimensione ottimale del margine interno dipende dal numero delle pagine; ad esempio Amazon chiede 12,7 mm fra le 151 e le 300 pagine, 15,9mm fra le 301 e le 500, 19,1mm fra le 501 e le 700. Se sei in fase di stesura e non sai ancora quanto lungo uscirà il tuo libro, ma vuoi comunque avere un idea di come si presenterà, potresti mettere un margine medio sui 15mm ricordandoti di correggerlo in seguito (Trovi tutti i margini nella sezione inserisci).
  • Che li metti sopra la pagina (intestazione) o sotto (piè di pagina) devi mettere i numeri di pagina, possibilmente, dispari a destra e pari a sinistra (trovi entrambi nella sezione “inserisci”).
  • Imposta l’allineamento giustificato (sezione “home”) e la sillabazione (il taglio delle parole troppo lunghe con il trattino, per far andare le ultime sillabe alla riga successiva, sezione “layout”). Attenzione che se imposti la sillabazione automatica il programma potrebbe farti uscire cinque, sei, sette righe di fila tutte tagliate con la sillabazione, cosa esteticamente non proprio bellissima. Imposta quindi un limite massimo di righe di fila che possono essere sillabate (indicativamente due o tre) e ricontrolla il testo manualmente per verificare che non ci siano righe ove la giustificazione abbia lasciato troppo spazio bianco. (li trovi
  • Inserisci le interruzioni di pagina alla fine di ogni capitolo (sezione home). Questo è molto importante da fare anche in fase di stesura in quanto se cambi pagina semplicemente inserendo spazi con “invio”, ad ogni taglio o aggiunta rischi di far saltare la formattazione di tutti i capitoli successivi.
  • Inserisci le pagine bianche ove necessario per rendere il tuo libro esteticamente migliore (ad esempio potresti volerne lasciare qualcuna all’inizio in modo da far iniziare il primo capitolo del tuo libro sulla pagina di sinistra).
  • Gioca coi caratteri ma non troppo. Scegli un carattere facilmente leggibile e comune per il corpo del testo (anche Helvetica va bene) e se vuoi gioca un po’ con le intestazioni, con l’introduzione, i ringraziamenti o altri elementi.
  • Se il tuo stile comprende parti in corsivo (alcuni autori ad esempio lo usano per i pensieri al posto di metterli fra virgolette alte), usa un carattere dove il corsivo si riconosca facilmente e sia piacevole (in “Lucida sans tipewriter” ad esempio il corsivo sembra grassetto ed è orribile).
  • Imposta l’interlinea singola che è abbastanza larga da essere facilmente leggibile ma non troppo larga (sezione home).
  • Invece di usare semplicemente un carattere più grande, imposta i titoli con la funzione “imposta titolo” che trovi nella sezione “home”, in questo modo potrai anche ad esempio inserire il titolo del capitolo nella parte alta della pagina (intestazione).
  • Se vuoi pubblicare il tuo libro usando una piattaforma di self-publishing come quella di Amazon o Lulu, ricorda che i loro programmi saranno impostati sul formato PDF e che quindi, se carichi il romanzo direttamente da word potrebbe farti saltare la formattazione. Per sicurezza ti consiglio quindi a fine formattazione di esportarlo in PDF selezionando l’opzione “formato stampa”, in questo modo potrai verificare che la formattazione si sia mantenuta nel passaggio e non avrai sorprese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...